L’ozio è il padre dei vizi, lo zio è il padre dei cugini

Pubblicare un libro non è più un impresa per pochi eletti, nel mondo dell’editoria di oggi…basta pagare. Anche a me chiesero danaro per dare alle stampe la mia prima fatica letteraria, ma io noto per l’onestà intellettuale e soprattutto la tirchiaggine e l’ego smisurato opposi un netto rifiuto.

libri simone mele comicoIl mio primo libro dal titolo: L’ozio è il padre dei vizi lo zio è il padre dei cugini, uno dei titoli più lunghi della storia della letteratura nasce dall’esasperazione dei miei amici che in una sera, ad alto tasso alcolico, mi hanno letteralmente spinto alla pubblicazione dei miei terrificanti giochi di parole.

350 calembour di mio conio raccolti in almeno 30 anni di performance “in door” tra parenti e amici disperati penetrano in 64 pagine e si propagano a macchia d’olio nelle case dei leccesi. Il libricino diventa un vero e proprio oggetto di culto quando la copertina di uno di essi inizia a lacrimare sangue.

Dopo la vendita porta a porta,  dietro suggerimento di un pittore di strada nasce l’idea del banchetto, un innocuo e poco ingombrante leggio musicale con la timida esposizione di tre copie che si trasforma, in poco tempo, in una bancarella stanziale sulla via principale del centro storico di Lecce.

Tanto da indurre la Lonely Planet a inserirmi nelle principali attrazioni della città.

Attraverso un originale metodo di vendita che consiste nello stimolare i passanti con urla belluine e volgarità da angiporto il libro va letteralmente a ruba e il banchetto si trasforma in un punto di riferimento per pensionati in vena di battute, perditempo, attempate signore in cerca di spiriti naif e turisti alla caccia disperata di folklore locale.

Rivoluziono anche le esiziali “presentazioni” che grazie al mio contributo si trasformano in un piccolo spettacolo, la prima uscita, ad esempio, grazie all’afonia del moderatore viene sfruttata per imbastire un originale one man show improvvisato al momento, tra il tripudio del pubblico che si trasforma in un orgia colossale.